In spiaggia si torna agli anni '60


MILANO
Il primo assaggio di vacanze estive, anche se non proprio baciato dal solleone, ha già distintamente indicato i trend della moda di stagione. Che guarda decisamente alla Cote d’Azur che fu, quella degli anni ’60 e della mitica BB. Una rievocazione impressa sulle stampe floreali, i minicardigan con i profili a contrasto, i cappelli di rafia intrecciata. E ai piedi rigorosamente le ballerine. Bianco, sabbia, azzurro per capi casual e sportivi, composti da shorts, abiti, camicie e maxi camicie, bermuda rigati e felpe con cappuccio da abbinare a maxi borse in canvas. Chi volesse osare di più, invece, avrà a disposizione capi attinti direttamente agli anni ’70, con colori forti e acidi e stampe importanti. Ma, soprattutto, sarà l’estate che consacrerà definitivamente la moda del caftano.

«Mi piace tantissimo» confida in proposito Matilde Brandi. La ballerina e showgirl, che sta per debuttare nella tourneè estiva “Festival Show”, che partirà da Padova il 27 giugno e di cui sarà presentatrice, spiega la sua predilezione per tutto ciò che è «molto comodo, ma “alla moda”». Sarà che l’impegno come mamma di due gemelline è intenso, certo è che per Matilde «un paio di jeans, una maglia, magari bianca, e accessori adeguati» sono il look perfetto per l’estate. «Non amo vestire tutto griffato. Preferisco scegliere un abito magari poco costoso e puntare tutto sugli accessori». «I cappelli - confessa - sono la mia passione. Quelli in particolare di paglia a tesa larga». «Certo, seguo la moda, ma presto soprattutto attenzione alla qualità dei tessuti, che siano ad esempio al 100% in cotone. Del resto, con le bimbe, è importante». Per Matilde, che ha d’altra parte un corpo perfetto, un’ottima soluzione estiva sono gli «shorts. Non esattamente gli hot pants - chiarisce - ma qualcosa di più simile ai bermuda. Li trovo eleganti».

E sul bagnasciuga? «Amo i costumi interi e fortunatamente quest’anno ce ne sono di bellissimi. Ovvio, ci vuole qualche accortezza. Ad esempio abbronzarsi prima con un due pezzi e indossare il costume intero verso sera, per evitare l’effetto a macchia di leopardo».

Intanto, l’estate segna un importante debutto nel beachwear, quello di Marc Jacobs, sempre attento all’ispirazione dal gusto retrò. Lo stilista americano porta in spiaggia uno stile raffinato e romantico, con le stampe che mixano colori e disegni cartoon. In America, a Miami per l’esattezza, impazza Taj by Sabrina Crippa, un brand alla sua seconda stagione che da oltreoceano approda ora anche nelle migliori boutique italiane. Sabrina è italiana del resto, di Milano, trasferita a Miami da 10 anni. Qui ha lanciato il marchio di Caterina Lucchi per poi debuttare con la sua linea di caftani. Ed è stato un successo. Tuniche in cotone e seta, top, shirt e abiti, oltre a sandali impreziositi di gemme e pietre. Una ispirazione estetica che guarda ad altri continenti e che viene impressa su ogni singolo pezzo.

Il mood estivo, oltre ai debutti, si sviluppa secondo due precise direttrici. Il bikini e il costume intero, ma così “mini”, ritagliato, con buchi e ovali, da garantire quasi la medesima esposizione della pelle al sole di un due pezzi. E soprattutto la possibilità di giocare con altri capi dell’armadio come fasce, camicie, t-shirt, leggings. Insomma, la moda da spiaggia diventa da città, da passeggio, con una possibilità pressoché infinita di giocare con abbinamenti di stili e di colori Insomma, nessuno si dovrà stupire nel vedere per le strade di città una donna in t-shirt a fantasia colorata, indossata sotto un bikini, mentre lo slip si accompagna naturalmente con una cintura a tre giri.

Per quanto riguarda il costume intero, invece, vince l’effetto bondage con lo scollo a bustier, come nelle proposte, tra gli altri, di Giorgio Armani, oppure l’effetto goffrato e drappeggiato. Il tutto accompagnato magari da una giacca estiva e lunghe collane a catena sottile. Viene in aiuto la collezione Parah by no.nu che lancia una collezione di accessori quali bracciali, collane, cinture e borse realizzati artigianalmente in pitone, rettile, vinile, legno e cristallo. E addirittura un frustino, in pelle arricchito da un cristallo taglio brillante sul manico, un nastro in raso nero e lucenti strass.

LASTAMPA.it

Commenti

Post più popolari