«Milano? Prima per moda e design Ma è anche sporca, buia e insicura»

{{lang|it|Comune di Milano}}Image via Wikipedia

L'indagine di Camera di commercio e Fondazione Iulm. «L'Europa non riconosce l’offerta di arte e scienza»

MILANO - Ci sono gli inglesi, i francesi e i tedeschi. E per loro Milano è «veloce, attiva, originale» e a suo modo pure «bella», un’affa­scinante città in chiaroscuro, ricca di storia e contagiata da eventi, ma anche «insicura, sporca e poco illuminata». Così scrivono i giornali degli altri, gli inviati e i corrispondenti del­la stampa europea (i francesi so­no i più «severi» del gruppo). La Fondazione Iulm s’è letta un anno di articoli e con la Camera di commercio ha disegnato l’im­magine di Milano all’estero, la sua «identità competitiva». Punti di forza, i classici: moda, economia, Scala, Salone del Mo­bile. Punti deboli, gli stessi: sfi­late, Borsa, Piermarini e design.


Milano

Commenti

Post più popolari