Morto TINO COSMA, INDUSTRIALE DELLA MODA

MOTTA DI LIVENZA - Si è spento sabato Tino Cosma, ex industriale della moda partito da Motta decenni or sono. Il padre Vittorio infatti aprì il proprio laboratorio artigianale in borgo Aleandro nell’immediato secondo dopoguerra.

Poi entrato nell’azienda, trasferì il laboratorio produttivo in viale Venezia, dove iniziò la scalata alla grande moda internazionale. Riuscì a tessere una rete di vendite in tutta Italia, poi in Europa e nel mondo.

Fu uno dei primi a produrre in maniera industriale cravatte di pregio con disegni originali creati sia da studenti dell’accademe delle Belle Arti sia da stilisti affermati. Conservando la sede produttiva a Motta, si trasferì a Milano per dirigere la propria griffe e partecipare agli eventi di moda più importanti a livello nazionale ed internazionale a Milano, Firenze e Parigi.

Le proprie cravatte sono tutt’ora presenti in tutti i negozi di moda e nelle boutique di settre sia in Italia che all’estero.

Una volta in pensione, ha ceduto l’attività produttiva ad una ditta di Como: l’attività produttiva è tutt’ora presente a Motta e si è ingrandita di parecchio, trasferendosi da ormai diversi anni nei nuovi stabilimenti in zona industriale nord lungo la regionale Postumia, dov’è presente anche un Outlet.

Qui a Motta si continua dunque a produrre una griffe conosciuta ovunque.

Stasera alle 18 in uomo rosario, domani alle 15 il funerale. GR

Commenti

Post più popolari