Robin Williams è morto suicida nella sua casa di Tiburon, in California, dove viveva con la moglie Susan. Aveva compiuto 63 anni lo scorso 21 luglio. Gli inquirenti hanno rivelato che l'attore si è impiccato e il corpo è stato trovato con una cintura stretta intorno al collo. Secondo il sito Usa Tmz si sarebbe impiccato e non avrebbe lasciato alcun biglietto.
La polizia ha spiegato che Williams è stato trovato morto dalla sua assistenza personale e ha sottolineato che saranno condotti test tossicologici per accertare se ci fossero sostanze nel corpo dell'attore. Sono state rinvenute ferite superficiali sui suoi polsi e un coltello da tasca vicino al corpo con delle piccolissime tracce di sangue. Gli inquirenti hanno assicurato che le ferite non sono la causa della morte che è invece asfissia per essersi impiccato. «Non parleremo della nota - o di una nota - in quanto le indagini sono in corso», ha detto il detective Boyd rispondendo alla domanda se l'attore abbia lasciato un messaggio prima di impiccarsi.

Secondo quanto riferiscono i media Usa, l'attore è stato visto vivo l'ultima volta ieri sera intorno alle 22. Stamattina la polizia ha ricevuto una richiesta di soccorso nella quale si sollecitata un intervento per rianimare un uomo che non respirava nell'abitazione dell'attore a Tiburon. Ma al loro arrivo, i paramedici non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

0 commenti:

 
Top