Moda inverno 2008-2009: ce n’è per tutti i gusti

Colori forti e abbinamenti curati, i dettagli fanno la differenza di Maria Luisa Domino

Chi avesse già pensato al prossimo inverno come ad una stagione dallo stile inquadrato e unico si è sbagliato! La moda per l’inverno 2008-2009 è caratterizzata da look diversi.Come è stato già mostrato dalla fiera internazionale della moda di Copenhagen, la fredda stagione 2008-2009 presenta tendenze del tutto differenti tra loro, partendo da un'unica filosofia: vestirsi per piacersi.Non per nulla sono ben quattro le principali tendenze individuate, perché la moda di quest’inverno si coniughi col gusto e la personalità di chi indossa.Per tutti coloro che amano vestire in modo pratico e particolare contemporaneamente, per coloro che adorano attirare l’attenzione ed essere belle senza patire poi tante pene l’inverno 2008 presenta tessuti semplici come la lana per cappottini e forme abbastanza arrotondate, effetto palloncino. I colori sono abbastanza sgargianti e vanno dal porpora al Bluette passando per il viola, si prediligono stoffe monocromatiche e accostamenti forti, probabilmente estrosi per un look spontaneo e tutt’altro che sobrio.Tuttavia quest’anno non ci si è di certo dimenticati di quanti non intendono rinunciare ai tipici colori invernali, profondi ma freddi come il grigio asfalto o il verde petrolio.In questo caso si privilegiano anche accostamenti di fibre naturali come la lana e fibre artificiali come pellicce sintetiche e nylon. Abbinamenti che richiamano gli anni ottanta; anche i colli dei cappotti e dei maglioni sono arricciati e le spalle più larghe. Tutti dettagli, quest’ultimi, ricercati, curati.La semplicità e la linearità delle forme è ridicola e insensata per la prossima fredda stagione che intende vestirsi di creatività ed estro.Chi non ama l’eleganza, invece, può sempre rifarsi ad uno stile casual ma addolcito; uno stile che unisce elementi urbani, come felpe e giacche con cappuccio, a pantaloni dai tagli più classici e dalle forme che seguono quelle del corpo. I colori sono tenuti ma caldi e vanno dal rosa antico al grigio perla, dal beige all’azzurro sbiadito. Le fantasie sono ridotte al minimo e su tutte spicca il Principe di Galles. A tal proposito, tornano di moda i quadri scozzesi, così amati negli anni ’70 e ’80, si rilancia il tartan per camicie, abitini e tailleur. Anche chi non usa guardarsi allo specchio prima di uscire e non ha molto tempo per aprire e ammirare il proprio armadio, quest’inverno può essere alla moda rifacendosi ad accostamenti apparentemente inusuali, tipici di chi vuole apparire trasandato pur curandosi. I capi vengono messi l’uno su l’altro senza un senso apparente, creando uno stile volutamente a “cipolla”.Le tinte sono piatte o monocromatiche ma senza alcun disegno o forma, i colori molto forti perché l’importante è attirare l’attenzione persino dell’occhio più critico: sé stesso!



Moda inverno 2008-2009: ce n’è per tutti i gusti

Commenti

Post più popolari